, ,

Pronti… via!

f_gbu

Quando Giovanni Donato mi propose di partecipare alla Formazione Coordinatori GBU, dal 30 settembre al 3 ottobre 2016 a Rocca di Papa, Roma, ammetto che la cosa mi suonò estranea. Pensai: “Ad Ancona (dove vivo) non è neanche presente un gruppo, perché mai dovrei formarmi per un incarico di cui non ho neanche una prospettiva futura?”… Ma facciamo un passo indietro.

A gennaio scorso, dopo anni di partecipazione alle attività/eventi GBU nazionali, Dio mise in me il desiderio di iniziare un gruppo anche ad Ancona: una città con diverse facoltà e, di conseguenza, con tanto bisogno di condividere Gesù da studente a studente. Cosi mi diedi da fare e iniziai a cercare universitari cristiani con il mio stesso desiderio, nella mia chiesa come in altre; creai tanti contatti con altri studenti, ma purtroppo non ci fu nulla di concreto. Successivamente partii per l’esperienza Erasmus fino ad agosto. Arriviamo quindi al 5 settembre, il giorno in cui ebbi la conversazione con Giovanni riguardo alla Formazione. Dopo aver ricevuto tantissimi incoraggiamenti a partecipare da tanti studenti conosciuti alla Festa GBU di aprile scorso, decisi di partecipare.

Eravamo ventisette studenti (circa uno/due per gruppo GBU delle varie università italiane) tutti riuniti e pronti a passare un intensivo weekend di preparazione ad affrontare l’anno accademico con i propri gruppi di appartenenza, ed il tutto con un solo tema: Siate santi perché Io sono santo (prima lettera di Pietro).

È stato un weekend con tanti seminari, plenarie, attività di evangelizzazione, tempi di preghiera e comunione; tutto questo mi ha incoraggiato tantissimo e mi ha reso veramente carico, non vedendo l’ora di mettermi al lavoro qui nella mia città. Ho tanto goduto lo stare insieme, specialmente il capire che tutti gli studenti cristiani indipendentemente dalla facoltà che frequentano, la città in cui si trovano, il background familiare o tantomeno la denominazione della chiesa che frequentano… vivono le stesse situazioni e hanno gli stessi problemi; e quando questi problemi vengono condivisi e messi in preghiera si viene incoraggiati in un modo più che speciale! Si viene a creare, di conseguenza, una vera e propria famiglia in cui ognuno viene ascoltato e aiutato nel modo migliore.

Momento di pianificazione del GBU di Roma

Momento di pianificazione del GBU di Roma

Durante la Formazione Dio mi ha parlato forte e chiaro, dandomi dei potenti segnali. Infatti, mentre svolgevamo la pianificazione delle attività dei singoli gruppi (passaggio fondamentale per affrontare l’anno accademico in modo funzionale ed efficiente) ho ricevuto dei messaggi da alcuni di quei contatti che avevo stabilito durante l’anno. Non potevo credere ai miei occhi quando leggevo frasi del tipo: “Sono tanto felice perché qualche giorno fa ho pensato a quello che mi dicesti mesi fa, e sono convinta che Dio mi ha messo nel cuore di condividere Gesù nella mia università”. Attualmente posso ufficialmente dire che, grazie a Dio, non sono più solo ad Ancona!

La Formazione Coordinatori mi ha equipaggiato nel modo migliore possibile per essere utile all’opera di Dio nella mia università, grazie anche alla mattinata trascorsa nell’università di Roma Tor Vergata, parlando con gli studenti a tu per tu e cercando di capire qual è stato e qual è il loro personale background religioso.

Difficilmente dimenticherò questo weekend, e prego Dio che possa aiutare ogni GBUino ad avere “una buona condotta fra i pagani, affinché laddove sparlano di voi, chiamandovi malfattori, osservino le vostre opere buone e diano gloria a Dio”. (1 Pietro 2:12)

Lorenzo Falcone
(GBU Ancona)

Questo articolo è disponibile anche in: Inglese