Lode e Preghiera

Primavera 2022

Tempo di lettura: 2 minuti
Lode

I primi propositi di poter iniziare un gruppo a Trento sono nati l’estate scorsa. Nel corso del primo semestre abbiamo avuto diverse vicissitudini e molte attese, ma riconosciamo che tutto questo tempo era più che necessario e che così Dio ha veramente preparato ogni cosa in modo perfetto. In particolare il Signore ci ha donato grande edificazione spirituale all’interno del gruppo GBU di Castelfranco Veneto. Poi con la ripresa delle lezioni del secondo semestre siamo finalmente potuti partire. Siamo innanzitutto grati al Signore perché davvero sembrava di non avere nulla in mano e che non ci fosse nemmeno uno staff per poter iniziare, ma qui Lui ci ha mostrato in modo ancora più profondo e vero quanto sia un’immensa benedizione l’essere membra dell’unico corpo di Cristo: Lui ha messo il desiderio nel cuore a fratelli in Cristo di mettersi a servire e fare il possibile per portare avanti questo GBU, pur non avendo loro alcuna relazione con la città di Trento. Questo ha avuto tantissimo da insegnarci: senza dubbio abbiamo davvero potuto vedere la mano di Dio all’opera.

Ma non è finita qui, perché il Signore ha voluto provvedere ancora di più e ha portato avanti ogni cosa per la Sua gloria: hanno potuto partecipare a questi primi incontri anche dei ragazzi non credenti e hanno potuto ascoltare dei messaggi molto forti dalla parola di Dio. Ci siamo poi confrontati e tutti avevamo sentito la guida del Signore nel parlare con queste persone, avevamo sentito che Lui stava conducendo i nostri stessi discorsi in modo stupendo.

Non potremmo mai essere abbastanza grati a Dio per come ha provveduto ogni cosa ben oltre ogni aspettativa umanamente concepibile. Siamo ripieni di gioia per tutto questo.

Preghiera

Ora stiamo pregando di poter raggiungere ancora più persone che frequentano questa città.

Pensiamo di diffondere la voce attraverso delle locandine e stiamo collaborando con la chiesa locale. Preghiamo che Dio possa servirsi anche di questi mezzi, consapevoli che Lui sa meglio di noi come portare nuovi studenti.

C’è in particolare una persona che partecipa che sta ora iniziando ad accostarsi alla parola di Dio: la nostra preghiera è che possa sempre sentirsi accolta e amata e che possa davvero cercare Dio con tutto il cuore. In questo senso avremmo anche desiderio che possa partecipare agli incontri in presenza che stiamo organizzando insieme ai gruppi di Castelfranco Veneto e Venezia e che in questa occasione Dio possa renderci luce davanti a lei.

Come staff abbiamo sempre bisogno di lasciarci guidare da Dio in ogni cosa. Abbiamo veramente bisogno di camminare sempre in umiltà, consapevoli che le cose sono nelle mani di Dio e non nelle nostre. Desideriamo lasciarci condurre dal Signore nel parlare secondo verità e, più che scendere in questioni dottrinali, nel mostrare come Lui abbia trasformato personalmente la nostra vita. Preghiamo di cuore per saggezza nel comprendere quali siano i bisogni spirituali dei partecipanti.

Tempo di lettura: < 1 minuto
Lode

Le università hanno ormai riaperto e questo ci permette di incontrarci più facilmente ed essere più presenti negli atenei. Abbiamo ricominciato gli studi biblici con persone nuove, e abbiamo trovato un luogo di incontro che sembra adatto alle nostre esigenze. Ringraziamo Dio per come si prende cura del nostro gruppo nelle difficoltà.

Preghiera

Chiediamo a Dio una partecipazione maggiore da parte degli studenti, perché a causa della scarsa partecipazione risulta difficoltoso organizzare gli incontri perché non sappiamo bene quali sono le risorse a disposizione.

Stiamo pregando per una settimana evangelistica tra aprile e maggio: preghiamo affinché Dio ci guidi nell’organizzazione degli eventi e che ci renda pronti a entrare in contatto con studenti non credenti per presentare loro il Vangelo.

Oppure scopri come investire nel GBU

Editoriale

Tempo di lettura: 2 minuti

“Insisti in ogni occasione favorevole e sfavorevole!” (2 Tim 4:2) 

Con queste parole, Paolo esorta Timoteo a predicare la Parola in ogni momento, che sia buono o cattivo. E se ci pensiamo bene, il momento in cui Timoteo lesse queste parole non era dei migliori: Paolo era in prigione, abbandonato da molti e vicino alla morte (4:6-10). Inoltre, erano tempi difficili, come scriveva Paolo (3:1): all’epoca, come oggi, molti erano amanti del piacere anziché di Dio (3:5-6). Eppure qual è l’esortazione?

Predica la Parola, proclama il vangelo, condividi Gesù in ogni occasione, a prescindere dalle circostanze!

Mi chiedo quanto spesso, pensando che non sia il momento migliore, ci tiriamo indietro dal condividere Gesù. “Ah, adesso non è il caso, mi sento uno straccio, come faccio a condividere Gesù?”. “Ma dai, certamente adesso non è il momento perché ancora non lo conosco molto bene, prima devo instaurare una vera amicizia”. Chiaro, vogliamo avere discernimento, sensibilità e guida dello Spirito Santo nel condividere il vangelo, ma, almeno nella mia esperienza personale, troppe volte mi sono trattenuto dal condividere Gesù perché pensavo che il momento non fosse favorevole.

Prova a pensare per un attimo al momento più favorevole che possa esserci: magari sei in pari con lo studio, fisicamente ti senti in forma, i tuoi compagni di corso sono molto aperti a parlare di Gesù e ti fanno domande riguardo alla tua fede. Beh, come non condividere Gesù in questa occasione favorevole? Adesso però pensa al momento più sfavorevole che possa esserci: l’esame non è andato un granché, quel fastidio allo stomaco si fa sentire e i tuoi compagni di corso sembrano apatici a tutto ciò che riguarda la spiritualità. Condividi Gesù anche in questa occasione sfavorevole!

Ma dove possiamo trovare la forza, lo slancio e l’impulso per farlo?

Paolo inizia la sua lettera proprio parlando di questo. Ricorda a Timoteo all’epoca e ad ognuno di noi oggi, che colui che ci ha rivolto questa chiamata è lo stesso che ci ha salvati dalla condanna eterna a causa del nostro peccato.

Infatti, non ci ha salvati a motivo delle nostre opere, ma secondo il suo proposito e la grazia che ci è stata fatta in Cristo Gesù fin dall’eternità, e che è stata manifestata con l’apparizione del Salvatore nostro Cristo Gesù, il quale ha distrutto la morte e ha messo in luce la vita. (1:9-10)

Sulla base di questo, insistiamo nel condividere Gesù, che la situazione sia favorevole o sfavorevole.

Andrea Becciolini

(Staff GBU Firenze)

English