Articoli

Tempo di lettura: 2 minuti

La sessione estiva è uno dei momenti più temuti dagli studenti universitari, il caldo e la pila infinita di libri da studiare non sono la migliore delle accoppiate!

Io mi trovo ad affrontare la mia ultima sessione estiva e, sarà la stanchezza accumulata in questi anni, ma ho pensato spesso di non avere la voglia o di non potercela fare.

Ogni volta che questi pensieri sfiorano la mia mente, cerco di allontanarli, ricordandomi di alcune lezioni che ho imparato in questi anni di università e che vorrei condividere con voi:

Studiare con entusiasmo è un modo per mostrare a Dio la nostra gratitudine.

“In ogni cosa rendete grazie a Dio”, così scrive l’apostolo Paolo ai Colossesi.

A volte lo dimentichiamo, ma avere la possibilità di studiare non è scontato.  

Se ogni mattina (anche dopo aver scrollato le stories di Instagram in cui tutti sembrano già in vacanza) ringraziamo Dio per questa possibilità, il nostro punto di vista cambia.

Gesù è il miglior compagno di studio.

Lui ha già studiato tutte le materie, non ci distrae chiacchierando, è pronto a sostenerci quando ci sentiamo giù, gioisce sempre delle nostre vittorie e, cosa ancora più straordinaria, ci accompagna fin dentro l’aula d’esame!

“Tu non temere, perché io sono con te.” Isaia 41:10.

A volte pensiamo che a Gesù non importino le nostre sfide quotidiane, ma non è così!

Lui è accanto a noi nelle piccole e nelle grandi cose. 

E sa bene che per noi studenti la sessione di esami è un grande ostacolo da superare, sa che la paura di fallire spesso ci blocca, per questo promette di custodire le nostre menti con la Sua pace, che supera ogni intelligenza (persino quella del professore!). 

Va un po’ meglio?

Spero di sì, ma non è finita qui…

C’è un’ultima lezione che ho imparato in questi anni, forse la più importante di tutti, ma anche la più difficile da tenere a mente: 

Il nostro valore non dipende dalla media dei nostri voti.

Almeno una volta durante il nostro percorso universitario abbiamo pensato di non essere abbastanza, perché un esame non è andato come ci aspettavamo o meritavamo. 

Ma Dio è sempre pronto a ricordarci che il nostro valore non dipende da un numero, ma da chi siamo in Lui.

Spero che, consapevoli di tutto ciò, possiamo affrontare questa sessione con la giusta carica. 

Diamo il massimo ma ricordiamo che, a prescindere dai nostri risultati, Dio ci dice:

 “Tu sei prezioso ai miei occhi, sei stimato e io ti amo.”  (Isaia 43:4)

Buono studio ragazzi e ci vediamo al Summer Camp!

PS: E poi quanto è bello sapere di poter sostenerci l’un l’altro in preghiera?

Miryam Giorgianni

(GBU Messina)

Eventi

Il GBU SUMMER CAMP è la vacanza organizzata dai Gruppi Biblici Universitari.

Nella settimana di vacanza avremo momenti di gioco, sport, musica, relax, escursioni, ma anche tempo per esplorare insieme la Bibbia.

Il campo è aperto ai giovani studenti del GBU e ai loro amici, ma anche ai giovani non studenti e ai ragazzi dell’ultimo anno di superiori, purché maggiorenni.

Saranno rispettate tutte le misure anti-covid.

Oratore

Gianluca Nuti (laureato GBU Bologna)

Come arrivare

Per chi viaggia con i mezzi: raggiungere la stazione di Falciano-Mondragone-Carinola.

Raggiunta la stazione, ci sarà lo Staff del campo ad accompagnarvi al Centro Ghilgal. È importante scrivere a summercamp@gbu.it comunicando l’orario di arrivo.

Rimborso spese di partecipazione (quota): €240

In caso di cancellazione: entro il 1° luglio la somma verrà restituita per intero. Dopo il 1° luglio ci sarà una trattenuta di €50.

Fino al 31 maggio: sconto! € 220
Con un contributo di €10 potrai avere la borraccia GBU!

CHIUSURA ISCRIZIONI: posticipata al 24 luglio!!!

L’intero importo dovrà essere saldato in fase di iscrizione tramite bonifico, bollettino postale o paypal

Associazione Gruppi Biblici Universitari
Causale: Caparra GBU Summer Camp (nome e cognome partecipante)
IBAN: IT32 D076 0102 8000 0005 2472 313
CCP: 52472313

Contatti

summercamp@gbu.it