Manuela è nata a Modica, in Sicilia, nel 1994. Nel 2013 si trasferisce per poter iniziare a studiare Storia all’università di Bologna, e qui verrà in contatto con il GBU. Durante gli anni universitari, Manuela parteciperà attivamente al gruppo GBU locale, condividendo il vangelo da “studente a studente”. Questi anni saranno importanti per la propria crescita spirituale, aiutata sia dagli studi del GBU, ma anche grazie alla Chiesa “Forte Torre” di Bologna.
Conclusi gli studi universitari, Manuela ha deciso di continuare a portare il vangelo agli studenti dell’Università di Bologna, svolgendo il ruolo di Staff in Formazione e contribuendo così alla proclamazione del vangelo.

Vincenzo Pilieci

L’impegno nell’ambiente universitario è nato in maniera spontanea, appena iniziata l’università, dal desiderio di parlare di Gesù agli amici e colleghi di studio. L’avvicinamento di alcuni di loro alla fede e lo svolgimento di varie attività attraverso il GBU hanno permesso di poter condividere il buon messaggio di Gesù Cristo a moltissime persone.
Molto formativa è stata l’esperienza avuta durante il periodo vissuto in Spagna, dove sono stato partecipe in molte attività svolte dai gruppi GBU spagnoli e dai loro staff.
Raggiungere i ragazzi con il messaggio della grazia Dio è una priorità. All’interno dell’università si possono
raggiungere individui e gruppi provenienti da centinaia di comuni italiani, ma anche da altri Paesi del mondo!
In tale contesto diventa molto importante poter lasciare dentro loro un seme divino, che ha un valore eterno e che Dio è potente da far tornare a sua gloria!

Cosa faccio?
Attualmente vi sono 3 gruppi in Calabria nelle università statali di: Reggio Calabria, Catanzaro e Cosenza.
Almeno una volta a settimana ci incontriamo per scoprire cosa Dio ha da dirci attraverso la Bibbia o per aiutare studenti e individui che incontriamo nelle aule, negli uffici o sulle strade. Gli incontri sono aperti e chiunque desidera partecipare è il benvenuto. Le problematiche sociali, giovanili, famigliari ed esistenziali, purtroppo dilagano e si presentano anche in età più adulta, all’interno di un ambiente universitario. Così come Dio ha liberato me dalle trappole del male e ho scelto di seguirLo, so che può compiere miracoli nella vita di qualsiasi individuo e famiglia inizi a riconoscere sinceramente quanto Gesù ha compiuto sulla croce e affidi a Lui il pieno controllo della propria vita. Come è stato detto nel cuore della notte a un sorvegliante che, con il peso dei pensieri e nella disperazione, stava tentando il suicidio: credi nel Signore Gesù e sarai salvato tu e la tua famiglia (Atti 16:31).

Partecipa anche tu!
Se condividi la missione in cui sono coinvolto e ti piacerebbe dare un supporto o essere un partner, sentiti libero di contattarmi. Potresti pregare per me e considerare l’opportunità di partecipare finanziariamente. Per maggiori dettagli e informazioni scrivi a oppure clicca sul pulsante “Dona ora!” o compila il modulo sottostante.
Grazie e Dio ti benedica!

Zach

Zach è un Kiwi (neozelandese) di origine; è sposato con Alice Trinari di Perugia.

E’ nato in una famiglia cristiana, sua madre è Pastore nella denominazione battista in Nuova Zelanda. Nel suo paese Zach era coinvolto con il ministero dei giovani e con la lode/musica per cinque anni.
Ha sentito la chiamata alla missione transculturale da quando aveva 13 anni. Nel 2012 a una conferenza Urbana ha conosciuto René e Sarah Breuel (Sarah è staff GBU a Roma) e Susan Koch (staff IFES Europa) e ha sentito che Dio lo stava chiamando in Italia con InterAction. Dopo aver concluso i suoi studi (una laurea triennale in Latino e Sviluppo delle Risorse Umane) e aver lavorato in Nuova Zelanda per un periodo, è arrivato in Italia a settembre 2015. Ha lavorato per due anni con il GBU supervisionato da Giovanni Donato a Siena.

Dopo un periodo in Nuova Zelanda e il suo matrimonio con Alice, è tornato in Italia e ha iniziato a lavorare con il GBU di Pisa da settembre 2018.